Massaggio contro gli inestetismi della cellulite

Roversi Mario

La cellulite estetica, da non confondere con la cellulite infettiva, in termini medici più correttamente denominata pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica o PEFS, indica una condizione alterata del tessuto sottocutaneo che è ricco di cellule adipose. Si trova sotto la pelle ed è caratterizzata da ipertrofia delle cellule adipose, dove, negli spazi intracellulari si accumulano liquidi (residui dei processi biochimici dell’organismo) in eccesso. L’equilibrio del sistema venoso e linfatico (la linfa è un liquido che raccoglie i materiali di scarto dell’organismo e scorre nei vasi linfatici) è modificato con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.
Uno dei sistemi per ovviare a questi inestetismi è il trattamento con metodologia francese che si divide in sei momenti successivi:
partendo da una applicazione di riflessologia per stimolare gli apparati escretori si continua con la pranotrapia, il massaggio per sciogliere le cellule di acqua e sali che si formano tra le cellule adipose sotto la cute (cellulite), un massaggio linfodrenante per portare ciò che si è sciolto ai gruppi linfatici, si continua poi ancora con la pranoterapia e si termina di nuovo con la riflessologia.